Tecniche e Tecnologie Audio Vol.3

Tecniche e Tecnologie Audio Vol.3

Impianti Audio Multicanale per Home Theatre

Collana “Quaderni di Aggiornamento in Tecniche e Tecnologie Audio”, Vol.3

Non è poi così recente la “scoperta” che un programma audiovisivo di qualità non può prescindere da un sonoro confezionato e registrato con le dovute cure.
Dagli anni quaranta sino almeno alla seconda metà degli anni settanta del secolo scorso, infatti, l’audio è stato considerato un semplice elemento di contorno, avendo in mente un unico obiettivo: l’intelligibilità del parlato. Nella cinematografia, l’abbandono delle produzioni su pellicola da 70mm ha di fatto condannato parole, suoni ed effetti a doversi adattare alle tracce ottiche della pellicola da 35mm e se non fosse stato per l’intuizione e le capacità imprenditoriali di Ray Dolby, chissà per quanti anni ancora soffi e drastiche limitazioni di banda avrebbero continuato ad insidiare impunemente la colonna sonora di un film.
L’avvento delle tecnologie digitali ha fatto il resto: all’audio è stata restituita la dignità, nel contempo produttori cinematografici e gestori di sale sono stati costretti ad adeguare mezzi, strutture ed impianti.
Passando a considerare applicazioni audiovisive in ambito domestico, fino a pochi anni fa non c’era molto di cui rallegrarsi. Tuttora le trasmissioni televisive sono in genere accompagnate da un audio monofonico poco dettagliato, dalla dinamica ipercompressa e dalla timbrica indefinibile; certe emittenti commerciali danno la chiara impressione di ignorare l’esistenza di un parametro oggettivo come la distorsione. Nella loro inconsistenza, i ricevitori televisivi hanno poi sempre avuto un alibi di ferro: miracoli non se ne possono fare.
Fortunatamente da un po’ di tempo a questa parte si sono evidenziati chiari sintomi di un rinascimento per l’audio. Da qualche anno è finalmente disponibile un supporto per programmi audiovisivi degno di un tale nome. Questo supporto è il ben noto DVD, o Digital Versatile Disc. Poter contare su una colonna sonora della migliore qualità, distribuita addirittura su sei canali è un lusso che solo qualche decennio fa pochi, se non nessuno, avrebbero avuto l’ardire di presagire.
Dall’entusiasmo alla mestizia il passo è sovente breve, in modo particolare quando mille e mille domande non trovano una immediata risposta. Come fare ad installare un impianto audio multicanale? Ho veramente bisogno di sei canali? Posso continuare ad ascoltare programmi stereofonici? Questo terzo volume della collana Quaderni di Aggiornamento in Tecniche e Tecnologie Audio, si propone di dare una risposta a simili quesiti, senza la pretesa di scendere in dettagli troppo tecnici ma d’altra parte anche senza fare riscorso ad ottimistici semplicismi.


  • Descrizione

    Descrizione

    • Impianti Audio Multicanale per Home Theatre

      1. Definizioni e considerazioni generali
      2. Obiettivi di un sistema per home theatre
      3. La sala cinema come riferimento
      4. Il perenne conflitto tra acustica ed estetica
      5. Configurazione di un impianto di diffusione sonora per HT
      6. Ancora sulla configurazione raccomandata dell’impianto audio per HT
      7. La scelta del punto di visione e ascolto
      8. Il progetto di una minisala cinema
      9. Disposizione dei diffusori acustici dei canali surround e LFE
      10. Caratteristiche di un diffusore acustico per HT
      11. Tipologia e caratteristiche tecniche dei diffusori acustici per HT
      Scheda 1: Risposta in frequenza
      Scheda 2: Impedenza
      Scheda 3: Dispersione
      Scheda 4: Massimo Livello di Ingresso (MIL) e di Uscita (MOL)
      Scheda 5: Risposta all’impulso
      Scheda 6: Risposta energetica
      12. Quali misure per quali diffusori
      Scheda 7: L’impedenza nominale di un diffusore acustico
      13. Cardini progettuali
      14. Il concetto di omogeneità timbrica
      15. Impiego di 5 diffusori acustici identici
      16. Identikit del diffusore acustico per i canali frontali
      Scheda 8: Diffusori acustici in configurazione D’Appolito
      17. Dai diffusori frontali a quelli laterali/posteriori
      18. Origini del canale di surround
      19. La riproduzione dei canali di surround secondo la Dolby Labs
      20. La riproduzione dei canali di surround secondo THX
      Scheda 9: Diffusori acustici di tipo dipolare
      21. Commento alle filosofie Dolby e THX
      22. Identikit del diffusore acustico per i canali di surround
      23. Considerazioni sulla configurazione di ascolto secondo DTS
      24. Configurazioni di impianto ridotte
      25. Vantaggi e svantaggi delle configurazioni ridotte
      26. Il surround virtuale
      27. Ridistribuzione delle frequenze
      28. Radiografia di un impianto HT. Le elettroniche
      29. Altre soluzioni
      30. Maturità del sistema Home Theatre
      31. Scelta dell’amplificatore multicanale
      32. L’indissolubile binomio potenza-sensibilità
      Scheda 10: L’approccio analitico nel dimensionamento dell’impianto per home theatre
      33. Asimmetrie nella disposizione dei diffusori acustici
      34. Rimedi al filtraggio a pettine
      35. La messa a punto del sistema di altoparlanti in un impianto per HT
      Scheda 11: Taratura rigorosa dell’impianto di riproduzione per HT
      Appendice. Le sigle e gli acronimi più ricorrenti nell’Home Theatre

  • Informazioni aggiuntive

    Informazioni aggiuntive

    Anno di pubblicazione

    2001

    Autore

    Umberto Nicolao

    Editore

    Il Rostro

Ti potrebbe interessare…

Progettazione di Crossover Passivi per Sistemi di Altoparlanti 2a ed
Acquista da Hoepli
Sold Out
Close Miking
Leggi tutto
Tecniche e Tecnologie Audio Vol.6.
Leggi tutto
Insert math as
Block
Inline
Additional settings
Formula color
Text color
#333333
Type math using LaTeX
Preview
\({}\)
Nothing to preview
Insert